10 Farmaci comunemente prescritti per l’HIV

Più di un milione di americani vivono con l’HIV. L’HIV è un virus che attacca il sistema immunitario di una persona-in particolare le cellule CD4. Queste cellule sono un tipo di globuli bianchi, che svolgono un ruolo importante nella lotta contro le infezioni. L’HIV danneggia le cellule CD4 e riduce il loro numero. Questo rende il corpo più soggetto a infezioni e altre malattie, come alcuni tipi di cancro. Se non trattata, l’HIV può portare all’AIDS ed essere fatale. Fortunatamente, la terapia farmacologica dell’HIV può aiutare le persone con HIV a vivere una vita attiva e sana per molto più tempo rispetto al passato.

Classi di farmaci per l’HIV

L’evidenza mostra che il trattamento precoce dell’HIV—indipendentemente dal numero di CD4—porta a meno complicazioni e forse anche a decessi. Di conseguenza, le attuali linee guida degli esperti raccomandano di iniziare la terapia HAART (terapia antiretrovirale altamente attiva) per chiunque abbia l’HIV. HAART con almeno tre farmaci è la cura standard per l’infezione da HIV. Esistono diverse classi di farmaci per l’HIV che i medici possono utilizzare durante la progettazione di HAART:

  • Inibitori nucleosidici della trascrittasi inversa (NRTI). Questi farmaci bloccano la trascrittasi inversa, un enzima di cui il virus ha bisogno per creare nuovi virus. Gli NRTI bloccano la produzione di nuovi virus inserendosi nel DNA del virus mentre cerca di copiarsi. Gli NRTI erano la prima classe di farmaci per l’HIV. In generale, un regime HAART iniziale includerà due di questi farmaci.
  • Inibitori non nucleosidici della trascrittasi inversa (NNRTI). Questa classe si lega alla trascrittasi inversa e cambia l’enzima in modo che lo rende incapace di funzionare. I medici possono utilizzare un NNRTI come terzo farmaco in un regime HAART iniziale.
  • Inibitori della proteasi (PI). Questi farmaci bloccano la proteasi, un altro enzima che il virus deve riprodurre. PIs può essere parte di un regime HAART iniziale. Tuttavia, hanno bisogno dell’aggiunta di un potenziatore farmacocinetico—un farmaco che aumenta gli effetti della PI sull’HIV.
  • Inibitori del trasferimento del filamento di integrasi (INSTIs). INSTIs—o semplicemente inibitori dell’integrasi-bloccano l’HIV dal fare copie di se stesso. L’HIV inserisce il suo DNA nel DNA della cellula CD4 per replicarsi. Gli inibitori dell’integrasi bloccano l’enzima HIV che consente il trasferimento. INSTIs può essere il terzo farmaco in un regime HAART iniziale.
  • Inibitori di ingresso. Questi farmaci sono noti anche come CCR5s (chemochine coreceptor antagonisti). Bloccano una proteina—CCR5-sulla superficie delle cellule CD4 che il virus ha bisogno di ottenere all’interno della cellula. Ciò impedisce al virus di entrare. Solo alcuni ceppi di HIV usano questa proteina. Un esame del sangue può informare il medico se il filamento di HIV risponderà a questa classe.

  • Inibitori della fusione. Questi farmaci impediscono all’HIV di fondersi con la membrana cellulare delle cellule CD4. Ciò impedisce al virus di entrare nella cella. Questa classe non è attualmente raccomandata come trattamento di prima linea. Invece, è un’opzione per i pazienti con esperienza di trattamento che hanno bisogno di cambiare regimi.
  • Potenziatori farmacocinetici. Questa classe aumenta l’efficacia di altri farmaci. Compiono questo interferendo con la ripartizione dell’altra droga. Questo aumenta i livelli ematici del farmaco.

Farmaci comuni per l’HIV

Il medico prenderà in considerazione le altre condizioni di salute, la facilità di assunzione del regime di farmaci per l’HIV e gli effetti collaterali e le interazioni dei farmaci al momento di decidere il trattamento migliore per te. È possibile trasmettere un virus resistente ai farmaci. Il medico scoprirà se ha un virus wild-type (virus presente in natura) o un virus resistente ai farmaci (virus mutato).

Ecco 10 farmaci per l’HIV comunemente prescritti:

1. Atripla (efavirenz + tenofovir + emtricitabina) combina un NNRTI e due NRTI in un unico farmaco. La dose abituale è una volta al giorno a stomaco vuoto-un’ora prima o due ore dopo un pasto. Vertigini, diarrea e stanchezza sono effetti collaterali comuni. Sono anche possibili effetti collaterali gravi e pericolosi per la vita, come problemi al fegato e un accumulo di acido lattico nel sangue.

2. Complera (rilpivirina + tenofovir + emtricitabina) combina un NNRTI e due NRTI. La dose abituale è una volta al giorno con un pasto. Strani sogni, disturbi del sonno, umore depresso, mal di testa e problemi digestivi sono comuni. Possono verificarsi gravi problemi al fegato e accumulo di acido lattico nel sangue.

3. Genvoya, Stribild (elvitegravir + cobicistat + tenofovir + emtricitabina) associa un IST, un richiamo farmacocinetico e due NRTI. Di solito lo prendi una volta al giorno con il cibo. Mal di testa, nausea e diarrea sono effetti collaterali comuni. Come Atripla e Complera, sono possibili gravi problemi al fegato e accumulo di acido lattico nel sangue.

4. Isentress (raltegravir) è un istituto che di solito prende due volte al giorno. Nausea, mal di testa, vertigini e stanchezza sono effetti collaterali comuni. Sebbene raro, può verificarsi una rottura muscolare che porta a insufficienza renale.

5. Norvir (ritonavir) è un PI che di solito prende due volte al giorno durante i pasti. Gli effetti collaterali digestivi sono comuni, così come mal di testa e sensazioni di bruciore o formicolio. Norvir può anche causare gravi effetti collaterali e interazioni farmacologiche. Informi il medico e il farmacista di tutti i suoi farmaci.

6. Prezista (darunavir) è un PI che di solito prende con ritonavir una o due volte al giorno. Ritonavir agisce come un richiamo farmacocinetico. Problemi digestivi, mal di testa e cambiamenti nel grasso corporeo sono effetti collaterali comuni. Sono possibili anche gravi reazioni cutanee e problemi al fegato.

7. Tivicay (dolutegravir) è un istituto che prende una o due volte al giorno. Mal di testa, affaticamento, problemi di sonno e cambiamenti nel grasso corporeo sono effetti collaterali comuni. Sono possibili anche gravi problemi al fegato.

8. Triumeq (dolutegravir + abacavir + lamivudina) combina un INSTI e due NRTI. La dose abituale è una volta al giorno. Mal di testa, affaticamento, problemi di sonno e cambiamenti nel grasso corporeo sono effetti collaterali comuni. È anche possibile avere gravi effetti collaterali, tra cui una grave reazione allergica, problemi al fegato e un accumulo di acido lattico nel sangue.

9. Truvada (emtricitabina + tenofovir) combina due NRTI. La dose abituale è una volta al giorno. Sogni anomali, disturbi del sonno, umore depresso, mal di testa e vertigini sono effetti collaterali comuni. Come altre combinazioni di NRTI, sono possibili anche problemi al fegato e accumulo di acidosi lattica nel sangue.

10. Vemlidy, Viread (tenofovir) è un NRTI che di solito prende una volta al giorno. Problemi digestivi, affaticamento, mal di testa, umore depresso, problemi di sonno e cambiamenti nel grasso corporeo sono effetti collaterali comuni. Come altri NRTI, sono possibili effetti indesiderati gravi, inclusi problemi al fegato e accumulo di acido lattico nel sangue.

Una volta che lei e il medico concordate un regime, assuma ogni dose ogni giorno. Ciò ridurrà il rischio di sviluppare un virus resistente ai farmaci. Se sta avendo effetti indesiderati, parli con il medico. Molti effetti collaterali comuni sono lievi e andare via o migliorare con il tempo. Se gli effetti collaterali iniziano a influenzare la salute e la qualità della vita, potrebbe essere il momento di considerare un altro regime. Gravi effetti collaterali sono anche un segno che potrebbe essere necessario un cambiamento. Si rivolga al medico prima di interrompere qualsiasi medicinale contro l’HIV.

I ricercatori continuano a cercare nuovi trattamenti per l’HIV. Stanno studiando nuovi farmaci nelle classi attuali, così come nuove combinazioni di farmaci. Ci sono anche studi che esaminano nuove classi di farmaci e l’uso di anticorpi monoclonali (biologici) per combattere la malattia. Parlate con il vostro medico se siete interessati a uno studio clinico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.