Comprensione Tranquillanti, Sedativi e Farmaci Anti-Ansia

il Credito: Thinkstock

l’intervento Farmacologico può giocare un ruolo importante in molti veterinari nonché con la modificazione del comportamento. I termini tranquillante e sedativo spesso sono usati in modo intercambiabile, e il vero significato dei due a volte può perdersi nella traduzione. Questo articolo spiegherà i due, come vengono utilizzati in medicina veterinaria e come si confrontano con farmaci anti-ansia e integratori calmanti.

Un sedativo è un farmaco che riduce l’eccitazione o l’irritabilità, consentendo quindi al cavallo di diventare assonnato. Questi includono xilazina (Rompun), detomidina (Dormosedan) e romifidina (SediVet). Questi sono di breve durata d’azione e forniscono sedazione affidabile con un po ‘ di analgesia (sollievo dal dolore) pure. I cavalli sedati sono spesso inconsapevoli dell’ambiente circostante, ma questi farmaci non possono prevenire tutte le reazioni (calci, morsi) e possono persino aumentare il rischio. I sedativi sono comunemente usati per facilitare brevi procedure veterinarie.

Un tranquillante, d’altra parte, è un farmaco che diminuisce l’ansia senza causare un’eccessiva sedazione. In genere, i tranquillanti non forniscono alcun sollievo dal dolore e funzionano stabilizzando l’umore, riducendo l’ansia e controllando l’aggressività. I cavalli a cui sono stati somministrati tranquillanti sono in genere consapevoli dell’ambiente circostante, ma sembrano più rilassati.

I tranquillanti possono essere suddivisi in due categorie: minore e maggiore. Tranquillanti minori sono più frequentemente utilizzati per combattere l’ansia, mentre tranquillanti principali sono utilizzati per indurre il rilassamento. Esempi di tranquillanti minori includono diazepam (Valium), che viene utilizzato frequentemente nei puledri per facilitare le procedure veterinarie, così come alprazolam (Xanax), che viene utilizzato anecdotally e raramente nel cavallo per l’ansia.

I tranquillanti principali sono considerati antipsicotici che, nell’uomo, vengono utilizzati per le principali malattie mentali. Esempi di tranquillanti principali utilizzati in medicina veterinaria includono acepromazina (a breve durata d’azione), flufenazina (a lunga durata d’azione) e reserpina (a lunga durata d’azione). L’acepromazina è etichettata come un aiuto nel controllo degli animali irritabili mentre la flufenazina e la reserpina sono utilizzate quando è necessario un rilassamento a lungo termine, come quando un cavallo viene messo in stallo per un infortunio. Né sono senza effetti collaterali, che vanno da lieve a maggiore, e deve essere usato con cautela e solo sotto guida veterinaria.

Poiché alcuni concorrenti hanno usato tranquillanti per migliorare le prestazioni dei loro cavalli sul ring, la Fédération Équestre Internationale e la U. S. Equestrian Federation hanno vietato la maggior parte durante la competizione. Se gareggi, assicurati di parlare con il tuo veterinario dei tempi di sospensione per qualsiasi tranquillante o sedativo che il tuo cavallo ha ricevuto.

La maggior parte dei farmaci anti-ansia, tra cui clomipramina (Clomicalm) e fluoxetina (Prozac), funzionano alterando il modo in cui la serotonina viene processata nel cervello. La serotonina è una sostanza chimica che fornisce una sensazione di comfort e felicità. Nel cavallo, la maggior parte di questi farmaci sono usati con vari gradi di successo, hanno effetti collaterali significativi o sono usati extra-etichetta, il che significa che sono stati testati e approvati per una condizione diversa dall’ansia o sono stati progettati per un’altra specie.

Molti proprietari di cavalli si rivolgono a integratori calmanti per modificare il comportamento dei loro cavalli. Gli integratori calmanti, che non richiedono una prescrizione, in genere includono magnesio, vitamina B1, radice di valeriana e altri ingredienti naturali. Gli integratori non sono stati approvati dalla FDA e qualsiasi effetto notato deve essere interpretato con attenzione.

Un altro integratore alimentare è lo Zylkene, che secondo il produttore contiene alfa-casozepina, una proteina brevettata derivata dal latte con proprietà calmanti. Zylkene è un GABA-agonista con un sito molto specifico di attaccamento sul sito 4-ABU del recettore dell’acido butirrico gamma amino (GABA). Il produttore afferma che la specificità di questo attaccamento migliora il meccanismo di coping dell’animale di fronte a una sfida senza effetti collaterali di sedazione, disinibizione o perdita di memoria. Il produttore di alfa casozepina (Zylkene) ha detto che questo integratore alimentare è stato ben studiato con il supporto documentato della sua efficacia in cani, gatti e cavalli. Con oltre 10 anni di utilizzo a livello globale, Zylkene mantiene un ampio profilo di sicurezza senza gravi effetti collaterali segnalati.

Se il tuo cavallo ha un problema comportamentale per il quale stai considerando di medicare, prima:

1. Consultare il proprio veterinario per una valutazione per assicurarsi che un comportamento non è legato ad un problema medico sottostante;

2. Lavora con il tuo allenatore e veterinario per elaborare strategie per risolvere un problema comportamentale;

3. Utilizzare l’intervento farmacologico come ultima risorsa una volta esaurite tutte le altre opzioni.

Fonti:

Comportamento equino: una guida per veterinari e scienziati equini. McGreevy, P. 2004

Manuale di anestesia equina e analgesia. Doherty, T., e Valverde, A. 2006

Circa l’autore Dr. Jeremy Shaba, un campo di cura stagista presso Hagyard Equine Medical Institute, è un 2015 laureato dell’Ontario Veterinary College presso l’Università di Guelph. I suoi interessi professionali includono oftalmologia, malattie respiratorie e social media. Nel tempo libero gli piace correre, fare campeggio e andare a cavallo. È possibile seguire le avventure di Jeremy come stagista Hagyard a jeremyshaba.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.