effetti Nocivi di integratori può inviare al dipartimento di emergenza

CONTENUTO ARCHIVIATO in: un servizio per i nostri lettori, Harvard Health Publishing fornisce l’accesso alla nostra libreria di contenuti archiviati. Si prega di notare la data di ogni articolo è stato pubblicato o ultima recensione. Nessun contenuto di questo sito, indipendentemente dalla data, dovrebbe mai essere usato come sostituto per la consulenza medica diretta dal proprio medico o altro medico qualificato.

Per molte persone, uno stile di vita sano significa più che mangiare una buona dieta e fare abbastanza esercizio fisico — vitamine, integratori e prodotti nutrizionali complementari sono anche parte del piano. Ma anche se c’è molta pubblicità sui loro potenziali benefici, c’è meno consapevolezza dei loro possibili effetti dannosi.

Infatti, utilizzando questi prodotti si può atterrare nel reparto di emergenza.

Uno studio pubblicato oggi sul New England Journal of Medicine ha rilevato che gli effetti avversi degli integratori erano responsabili di una media di circa 23.000 visite al dipartimento di emergenza (ED) all’anno. Questo è molto per qualcosa che dovrebbe essere buono per te.

In questo studio di 10 anni, i ricercatori hanno esaminato i dati di sorveglianza dei dipartimenti di emergenza ospedalieri 63 per stimare il numero annuale di visite ED associate agli effetti avversi degli integratori alimentari. Gli autori hanno definito “integratori alimentari” come prodotti a base di erbe o complementari e micronutrienti vitaminici o aminoacidici. I pazienti che visitavano l’ED per sintomi correlati all’uso di integratori avevano una media di 32 anni e le donne costituivano più della metà di tutte le visite. Poco più del 10% di queste visite ha portato all’ammissione in ospedale, specialmente tra gli adulti di età superiore ai 65 anni.

I prodotti per la perdita di peso rappresentavano un quarto di tutte le visite di ED a singolo prodotto e le donne colpite in modo sproporzionato, mentre gli uomini avevano maggiori probabilità di sperimentare effetti negativi dai prodotti pubblicizzati per il miglioramento sessuale e il body building. I prodotti che aumentano l’energia hanno costituito un altro 10% di queste visite.

I giovani adulti non erano gli unici colpiti. Molti bambini sotto i 4 anni di età hanno sofferto di reazioni allergiche o sintomi digestivi (nausea, vomito, dolore addominale) da ingestione accidentale e non supervisionata di vitamine. I pazienti di età superiore ai 65 anni avevano maggiori probabilità di avere problemi a deglutire dopo aver assunto vitamine o micronutrienti di grandi dimensioni.

Sebbene i risultati dello studio siano stime annuali basate su visite ED a un numero relativamente piccolo di ospedali, riflettono il crescente uso di integratori alimentari e micronutrienti. Questi prodotti sono ampiamente disponibili senza prescrizione medica e sono pubblicizzati come alternative o complementi ai farmaci prescritti terapeuticamente. Di conseguenza, gli integratori alimentari o a base di erbe sono ampiamente percepiti come naturali e sicuri. I dati più recenti indicano che ci sono più di 55.000 tali prodotti disponibili negli Stati Uniti.

Cosa devi sapere prima di assumere un integratore

Mentre la Food and Drug Administration (FDA) è incaricata di supervisionare gli integratori alimentari, non sono necessari test di sicurezza o approvazione FDA prima che un nuovo integratore entri sul mercato. Inoltre, non ci sono requisiti che l’imballaggio degli integratori alimentari elenchi i potenziali effetti avversi, né ci sono standard per la dimensione massima della pillola (un chiaro rischio per le persone anziane).

Gli operatori sanitari possono anche trascurare di chiedere ai pazienti l’uso di integratori alimentari naturali o da banco. Senza queste informazioni, potrebbero non riconoscere che eventuali segni e sintomi che i loro pazienti potrebbero sperimentare potrebbero essere correlati a questi prodotti.

Per essere sicuri, alcuni integratori alimentari possono essere utili. Questo perché questi prodotti contengono principi attivi-molecole che interagiscono con i recettori nel nostro corpo e causano cambiamenti fisiologici. Tuttavia, poiché contengono principi attivi, possono anche causare effetti indesiderati, come pressione sanguigna elevata, battito cardiaco accelerato o irregolare, mal di testa, vertigini o sintomi digestivi.

Qual è l’approccio sicuro all’uso di questi integratori alimentari? Rimanere in buona salute richiede un approccio multiforme alla cura di sé. Essere consapevoli e informati su qualsiasi supplemento-se è pubblicizzato come naturale, a base di erbe, o non-droga — è parte di tale cura.

Se prendi vitamine, integratori o prodotti a base di erbe, leggi sempre le etichette di sicurezza incluse nella confezione. Chiedi a un farmacista, al tuo medico o a un infermiere di rivedere tutto ciò che prendi per assicurarti che gli integratori non causino effetti dannosi, da soli o in combinazione con farmaci regolarmente prescritti o da banco. Se si sviluppano sintomi riguardanti dopo l’assunzione di un integratore alimentare, interrompere l’assunzione e chiamare il medico.

Top 10 di erbe o prodotti complementari associati con visite di reparto di emergenza

  1. perdita di Peso
  2. Energia
  3. miglioramento Sessuale
  4. la salute del Cuore
  5. Dormire
  6. Lassativo
  7. Bodybuilding
  8. Immunità o di infezione
  9. il Dolore o l’artrite sollievo
  10. la Disintossicazione e pulizia

Top 4 vitamine associato con visite di reparto di emergenza

  1. Multivitaminico, o non specificato vitamina
  2. Ferro
  3. Calcio
  4. Potassio

tratto da: N Engl J Med 2015; 373:1531-1540; 15 Ottobre 2015

Stampa Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.