Ghepardo Fact Sheet

Ghepardo (Acinonyx jubatus): un grande gatto originario dell’Africa e dell’Iran centrale.

Regno: | Animalia
Phylum: | Chordata
Classe: | Mammalia
Ordine: | Carnivora
Famiglia: | Felidae
Genere: | Acinonyx
Specie:/jubatus

I ghepardi sono i mammiferi terrestri più veloci del mondo. Possono raggiungere velocità fino a 65 miglia all’ora e accelerare da 0 a 70 mph in soli 3 secondi.

Dimensioni e peso:

I ghepardi pesano tipicamente tra 84 e 143 libbre, con i maschi leggermente più grandi delle femmine. La loro lunghezza può variare da 45 a 55 pollici, con la coda fino a 33 pollici.

Aspetto:

Il ghepardo è noto per la sua pelliccia giallo-oro, macchiata di nero. I ghepardi sono magri e hanno gambe muscolose e lunghe – in relazione alle dimensioni del loro corpo rispetto ad altri gatti. Hanno una testa piccola e arrotondata che si trova su un collo lungo, una colonna vertebrale flessibile e un torace profondo. I ghepardi hanno grandi narici per una maggiore assunzione di ossigeno e occhi alti con un campo visivo di 210 gradi. Hanno distintivi “segni di lacrima” neri che vanno dall’angolo interno di ciascun occhio alla bocca che possono servire come meccanismo anti-riflesso per la caccia diurna.

Hanno altre caratteristiche distinte che aiutano con la loro velocità, come pastiglie speciali sui loro piedi per la trazione. La loro lunga coda funge da timone e aiuta con l’equilibrio. A differenza di altri gatti, non possono ritrarre i loro artigli, un adattamento per aiutare a mantenere la trazione come i tacchetti di un giocatore di calcio.

Dieta:

I ghepardi sono carnivori che cacciano durante il giorno, in genere quando è più fresco all’alba o al tramonto. La loro dieta consiste nella carne di antilopi, uccelli terrestri, conigli, istrici e struzzi. Ci vuole molta energia per un ghepardo per inseguire la loro preda, quindi in genere c’è un periodo di recupero dopo un inseguimento. I ghepardi devono mangiare velocemente per evitare che il loro pasto venga rubato da altri carnivori come leoni, avvoltoi o iene.

Habitat:

I ghepardi possono vivere in una varietà di habitat, ma preferiscono vivere in praterie e pianure aperte.

Geografia:

I ghepardi si trovano principalmente nelle gamme orientali e meridionali dell’Africa a sud del deserto del Sahara. Piccole popolazioni di ghepardi si possono trovare in Nord Africa e in Iran.

Allevamento:

Durante la stagione degli amori, i maschi di ghepardo emettono un suono unico chiamato “balbuzie-bark.”È una chiamata molto ritmica e ripetitiva che suona come un incrocio tra una fusa e uno stomaco brontolante. La balbuzie sembra giocare un ruolo nell’ottenere una femmina disponibile “in vena” per l’allevamento.

I ghepardi femminili hanno raggiunto la maturità sessuale tra i 20 e i 24 mesi. Dopo un periodo di gestazione di tre mesi, un ghepardo femmina di solito dà alla luce da tre a cinque cuccioli alla volta. I cuccioli nascono con tutte le loro macchie e hanno una striscia di pelo lungo, argento chiamato un mantello, che corre lungo la schiena. Questa pelliccia extra può aiutare a proteggere il cucciolo dalle intemperie o mimetizzarlo nell’erba alta.

Quando i cuccioli raggiungono circa sei mesi di età, la madre insegna loro come cacciare ed evitare i predatori. I cuccioli vivono con le loro madri per circa 18 mesi. La madre sposta frequentemente i cuccioli per proteggersi dai predatori. I cuccioli di ghepardo hanno un alto tasso di mortalità e i ricercatori hanno scoperto che leoni e iene uccidono fino al 70% dei cuccioli di ghepardo. Dopo la loro madre lascia, littermates stare insieme per circa sei-otto mesi in più. Le femmine poi si dirigono a vivere da soli, mentre i maschi rimangono insieme in piccoli gruppi chiamati coalizioni fino a quando non sono maturi.

Struttura sociale:

Ad eccezione di alcune coppie madre-figlia, i ghepardi femminili sono generalmente solitari e cacciano da soli. Le femmine allevano i loro cuccioli da soli. Dopo 18 mesi, la madre parte e i cuccioli formano un gruppo fratello che rimane insieme per altri 6 mesi. I cuccioli femminili poi lasciano, ei maschi rimangono insieme per tutta la vita in un gruppo chiamato “coalizione.”

Durata della vita:

L’aspettativa di vita media per i ghepardi in natura è di circa 12 anni.

Minacce:

Il conflitto tra vita umana e fauna selvatica è una grave minaccia per i ghepardi. Man mano che il loro habitat e le prede naturali disponibili diminuiscono, i ghepardi tendono ad incontrare conflitti con gli agricoltori. I ghepardi hanno maggiori probabilità di attaccare il bestiame, con il risultato che gli agricoltori li uccidono per rappresaglia.

La perdita dell’habitat è un’altra grave minaccia per i ghepardi, poiché le attività umane si espandono nell’habitat del ghepardo. I ghepardi hanno bisogno di grandi aree di habitat collegati per la loro sopravvivenza, in quanto vi è una bassa densità del gatto in tutta la sua gamma. Il commercio illegale di animali selvatici e il commercio di animali esotici sono altre importanti minacce per la specie. I ghepardi sono spesso in camicia per la loro pelle.

Stato di conservazione:

I ghepardi sono elencati come vulnerabili nella lista delle specie minacciate della IUCN.

Sforzi di conservazione:

I gruppi di conservazione stanno lavorando per proteggere la specie. I parchi naturali in Africa aiutano a proteggere alcuni ghepardi mentre il loro habitat si restringe. L’African Wildlife Foundation (AWF) sta aiutando i ghepardi lavorando con le comunità locali per creare soluzioni sostenibili per la crescita agricola e degli insediamenti e sta fornendo incentivi e formazione sulle migliori pratiche. AWF sta anche lavorando per ridurre al minimo il conflitto umano-ghepardo aiutando gli agricoltori a proteggere il loro bestiame dai ghepardi e fornendo finanziamenti di consolidamento per gli agricoltori che hanno perso il loro bestiame a ghepardi.

Il Cheetah Conservation Fund (CCF) è un’altra organizzazione che lavora per proteggere i ghepardi. In Namibia, la macchia spinosa spinosa ha travolto fattorie e praterie, ferendo gli occhi dei gatti e inducendoli a depredare il bestiame più facile da catturare. Per contribuire ad alleviare questo problema, CCF inviato cippatori per tagliare il pennello per rendere più facile per ghepardi a caccia. La spina scheggiata risultante viene trasformata in blocchi e venduta come carburante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.