Hillary Clinton

Nel luglio del 2016, Hillary Rodham Clinton è diventata la prima donna nella storia a rappresentare un importante partito nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti. È anche la prima donna a vincere il Caucus presidenziale dell’Iowa, la prima First Lady eletta al Senato degli Stati Uniti e la prima senatrice di New York.

Hillary Diane Rodham è nata in un sobborgo fuori Chicago, Illinois nel 1947 da genitori della classe media. L’hanno incoraggiata a prendere sul serio l’educazione, e ha guadagnato l’ingresso al Wellesley College del Massachusetts. I suoi genitori erano repubblicani e Clinton servito come presidente del club repubblicano di Wellesley, ma le questioni sociali della fine del 1960 l’ha portata a diventare un democratico dedicato. Quando i suoi compagni di classe la elessero come prima oratrice studentesca di Wellesley alla laurea, disse ai suoi coetanei: “La sfida ora è praticare la politica come l’arte di rendere ciò che sembra impossibile, possibile.

Nel 1969, Clinton ha frequentato la Yale Law School, dove ha fatto parte del Board of Editors per la Yale Review of Law and Social Action. Fu lì che Clinton incontrò il suo futuro marito, William “Bill” Clinton. Dopo la laurea, Clinton rifiutò le offerte di lucrativi studi legali per lavorare per il Fondo per la difesa dei bambini, così come per il comitato del Congresso che ha indagato sullo scandalo Watergate.

Clinton si trasferì poi nella città universitaria di Fayetteville, Arkansas, dove si unì alla facoltà della University of Arkansas Law School. Nel 1975 lei e Bill Clinton si sposarono. L’anno seguente, Clinton si unì allo studio legale Rose a Little Rock. La figlia della coppia, Chelsea, è nata nel 1980. Nel 1988 e nel 1991, Clinton è stato nominato uno dei 100 avvocati più influenti in America.

Clinton ha continuato a praticare la legge dopo che Bill Clinton è diventato governatore dell’Arkansas, mentre prestava servizio come first lady molto attiva. Ha guidato l’Arkansas Educational Standards Committee, che ha notevolmente migliorato le scuole e promosso programmi a beneficio delle donne.

Nel 1992, quando Bill Clinton fu eletto presidente, Clinton divenne la prima First Lady a detenere una laurea in legge. Ha continuato la sua tradizione di servizio pubblico, in particolare conducendo un tentativo di riformare l’assistenza sanitaria della nazione. Tuttavia, lo sforzo fallì a metà degli anni ‘ 90. Clinton ha continuato a lavorare sui bordi del problema, contribuendo a stabilire il programma di assicurazione sanitaria per bambini del 1997.

Clinton viaggiava costantemente durante il suo tempo come First Lady. Ha spesso portato con sé sua figlia quando ha visitato le donne in Africa e in Asia, e nel 1995 è stata criticata per essersi unita alla delegazione americana a Pechino per la conferenza delle Nazioni Unite sui diritti delle donne. Questa convocazione si era tenuta ogni cinque anni dal 1975, ma nessuna first lady vi aveva partecipato.

Clinton si candidò nel 2000 per il seggio del Senato di New York lasciato libero da Daniel Monahan, che la sostenne. Molti l’hanno accusata di essere una “carpetbagger” perché non aveva mai vissuto a New York, ma gli elettori l’hanno scelta con una solida maggioranza del 55%. Ha fatto parte di quattro importanti commissioni del Senato: Servizi armati; Bilancio; Ambiente e lavori pubblici; e salute, istruzione, lavoro e pensioni. I newyorkesi acquisirono fiducia in lei e Clinton vinse facilmente la sua rielezione nel 2006.

Il 20 gennaio 2007, Clinton annunciò la sua candidatura alla presidenza e si unì alla storica corsa del 2008. Anche se Clinton ha ricevuto circa 18 milioni di voti, ha perso nelle primarie democratiche per il senatore Barack Obama, che ha continuato a vincere la presidenza. Clinton è stato segretario di stato per l’amministrazione Obama dal 2009 al 2013. Durante questo periodo, Clinton si è concentrato sulle donne e sui diritti umani.

Il 12 aprile 2015, Clinton ha annunciato la sua seconda corsa per la nomination presidenziale democratica. Il senatore indipendente del Vermont, Bernie Sanders, ha montato una sfida inaspettatamente forte. Nel luglio del 2016, Clinton ha ottenuto la nomina alla Convention nazionale democratica di Filadelfia ed è diventata la prima donna nella storia a rappresentare un partito importante in un’elezione presidenziale degli Stati Uniti. Anche se ha vinto il voto popolare 48.2% a 46.1%, ha perso la corsa presidenziale al suo avversario repubblicano, Donald Trump, nel Collegio elettorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.