Olio di cocco per l’herpes: è efficace?

Michele Emery, DNP

Medically recensito da Michele Emery, DNP Scritto dalla nostra redazione Ultimo aggiornamento 17/4/2020

Cerca online informazioni sul trattamento dell’herpes e, accanto a farmaci comprovati come il valaciclovir, troverai anche consigli per una varietà di prodotti naturali.

Molte di queste raccomandazioni sono accompagnate da promesse che le alternative naturali forniscono maggiori benefici per il trattamento di HSV-1 e HSV-2 — le due forme più comuni del virus dell’herpes — rispetto ai farmaci.

Per la maggior parte di queste cure miracolose, le prove sono miste; per gli altri, non ce n’è affatto.

Un trattamento di herpes naturale spesso raccomandato che vediamo tutto il tempo è l’olio di cocco. I sostenitori dell’olio di cocco per l’herpes affermano che può sia fornire sollievo dal prurito e dal rossore delle lesioni da herpes, sia potenzialmente neutralizzare il virus stesso.

A prima vista, si è tentati di prendere a cuore queste affermazioni. Tuttavia, come quasi tutti i trattamenti naturali per l’herpes, le prove per l’olio di cocco sono miste — nel migliore dei casi.
In questa guida, vedremo alcune delle affermazioni fatte dai siti Web che promuovono l’olio di cocco per il trattamento dell’herpes, così come gli studi antivirali sull’olio di cocco esistenti e altri dati di studio scientifici sull’argomento.

Olio di cocco per l’herpes: Le affermazioni

L’olio di cocco è una sostanza interessante. Fino a poco tempo fa, era un olio che la maggior parte delle persone focalizzate sulla salute evitava a causa del suo alto contenuto di grassi saturi.

Tuttavia, nell’ultimo decennio, è stato commercializzato come l’ultimo alimento salutare e panacea, in grado di trattare quasi tutte le condizioni, dalla ridotta funzionalità cerebrale (grazie al ricco contenuto di trigliceridi a catena media dell’olio) ai sintomi dell’eczema.

Cerca online informazioni sui benefici per la salute dell’olio di cocco e scoprirai tutti i tipi di siti web e blog che affermano che può migliorare la digestione, aumentare il sistema immunitario e migliorare la funzione cognitiva, rendendolo essenzialmente un potenziatore delle prestazioni fisiche e mentali.

I siti web di olio di cocco affermano inoltre che l’olio, ad alto contenuto di grassi saturi, fa bene alla salute cardiovascolare.

Ma una cosa che noterai anche su molti di questi blog a basso budget e siti di salute olistica è che la maggior parte di queste affermazioni non è supportata da prove scientifiche. In effetti, alcuni sono stati completamente smentiti dalla comunità scientifica.
E al di là del suo stato di cura per la digestione e le prestazioni fisiche, è anche commercializzato come un potenziale trattamento per virus infettivi come HSV-1 e HSV-2.

Alcune delle affermazioni più comuni fatte a sostegno dell’olio di cocco per il trattamento dell’herpes sono che è un potente agente antivirale. Alcuni siti web di olio di cocco e salute naturale sostengono che l’olio di cocco è altrettanto efficace nel trattamento dell’herpes come creme topiche e farmaci antivirali.

Altre affermazioni per sostenere lo stato dell’olio di cocco come trattamento naturale dell’herpes includono l’idea che sia una grande sostanza per ridurre l’infiammazione, che possa promuovere la salute della pelle e che possa prevenire lo sviluppo di infezioni da lievito e candida.

Olio di cocco per l’herpes: I dati scientifici

Come con la maggior parte delle alternative naturali ai farmaci antivirali, le prove scientifiche che circondano l’olio di cocco per l’herpes sono miste. Di seguito, abbiamo compilato alcuni dei dati di studio esistenti sull’olio di cocco per mostrare quali delle affermazioni sui suoi benefici sono supportate da prove e quali no.

L’olio di cocco è antivirale?

L’olio di cocco contiene diversi acidi grassi che possono potenzialmente avere un certo livello di attività antivirale e antibatterica. Il più importante di questi è l’acido laurico, che viene convertito in una nuova sostanza chiamata monolaurina quando viene digerito dal corpo.

L’acido laurico rappresenta circa la metà degli acidi grassi presenti nell’olio di cocco. È un acido grasso a catena media che ha affermato di offrire una varietà di benefici per la salute, dall’aumento del metabolismo all’uccisione di batteri nocivi. È anche promosso come antivirale.

È interessante notare che ci sono alcune prove scientifiche a sostegno di questa affermazione. Uno studio sull’acido laurico e sul virus della stomatite vescicolare infettiva (VSV) ha dimostrato che l’acido laurico inibisce la maturazione del virus, in effetti, fermandone la crescita attraverso l’attività antivirale.

Un altro studio sugli acidi grassi e i loro effetti sulle infezioni batteriche ha osservato che l’acido laurico e altri acidi grassi sono stati collegati all’inattivazione di HSV-1, sebbene i risultati citati nello studio purtroppo non siano pubblicati.

HSV-1, la forma più diffusa del virus dell’herpes, è anche elencato in una revisione dei dati sulla sostanza come uno dei tipi di virus inattivati dalla monolaurina, sebbene non siano forniti dati sulla sua efficacia come trattamento per il virus.

Nel complesso, ci sono alcuni studi antivirali positivi sull’olio di cocco che supportano l’affermazione che può essere usato per trattare HSV-1 e HSV-2, in gran parte a causa del suo contenuto di acido laurico. L’acido laurico ha prodotto effetti antivirali in diversi studi, dimostrando che, in alcuni casi, è in grado di inibire l’attività virale.

Tuttavia, questo non significa che l’olio di cocco sia un trattamento miracoloso per l’herpes o che possa essere paragonato ai farmaci antivirali.

Gli studi esistenti dimostrano che alcuni ingredienti nell’olio di cocco sono promettenti come potenziali trattamenti per alcuni virus, ma non c’è ancora nulla di conclusivo (specialmente per quanto riguarda le infezioni HSV-1 e HSV-2) e devono essere condotte ulteriori ricerche cliniche.

L’olio di cocco aiuta con le lesioni da herpes pruriginose?

Sia l’herpes labiale che le lesioni da herpes genitale possono essere pruriginose e scomode, in particolare durante i primi giorni di un’epidemia.

Oltre ad essere promosso come un trattamento antivirale, olio di cocco e prodotti a base di olio di cocco sono anche spesso propagandato come trattamenti per prurito, pelle dolorosa.

Proprio come con i presunti benefici antivirali dell’olio di cocco, le prove scientifiche per sostenere queste affermazioni sono miste.

Uno studio sui benefici della pelle dell’olio di cocco ha scoperto che l’olio di cocco è efficace e sicuro se usato come idratante per la pelle, offrendo una migliore idratazione e livelli di lipidi superficiali della pelle quando applicato direttamente sulla pelle. Ancora una volta, tuttavia, questo non significa che possa trattare i problemi della pelle specifici per l’herpes.

Alcune persone giurano ancora che l’olio di cocco sulle croste fredde è la risposta.

Nel complesso, studi scientifici dimostrano che l’olio di cocco ha potenziali benefici per la pelle e che può anche agire come un lieve analgesico naturale, il che significa che potrebbe potenzialmente ridurre il dolore e il disagio che si verificano durante un mal di freddo o un’epidemia di herpes.

Mettere l’olio di cocco sulle croste malate fredde può forse aiutarli a guarire più velocemente e almeno parzialmente alleviare alcuni del dolore e dell’infiammazione spesso sperimentati durante un’epidemia.

Tuttavia, è molto importante tenere presente che la ricerca sull’argomento è molto sottile e la ricerca disponibile, per quanto possiamo vedere, raramente si occupa di opzioni di trattamento specifiche per l’herpes.

Non ci sono prove scientifiche che l’olio di cocco sia specificamente efficace nel ridurre il dolore e il disagio da HSV-1 o HSV-2. Non ci sono prove che sia più efficace, più sicuro o meno probabile che causi effetti collaterali rispetto ad altre sostanze usate per trattare l’herpes.

Quindi, qual è il nostro verdetto?

L’olio di cocco è un prodotto promettente per la salute naturale con una lunga lista di presunti benefici, alcuni dei quali sono supportati da prove scientifiche. Tuttavia, come con altri trattamenti naturali, non tutte le affermazioni fatte sull’olio di cocco sono supportate da prove scientifiche.

Questo significa che l’olio di cocco non è efficace contro l’herpes? Beh, non necessariamente.

Non ci sono abbastanza studi antivirali sull’olio di cocco e altre ricerche disponibili in questo momento per dare un “sì” o “no” conclusivo sui suoi benefici antivirali.

Come tale, è meglio non usare l’olio di cocco come unico trattamento se si verificano epidemie di herpes labiale o herpes genitale.

L’olio di cocco sulle croste fredde può aiutare? Forse. Ma sappiamo che molto probabilmente non ti farà del male. Mentre potrebbe avere alcuni potenziali benefici, semplicemente non vedrai risultati migliori dall’olio di cocco di quanto faresti da un farmaco antivirale comprovato.

Invece, l’approccio migliore per il trattamento di HSV-1 o HSV-2 focolai è quello di parlare con il vostro fornitore di assistenza sanitaria di utilizzare un collaudato, farmaco approvato dalla FDA come valacyclovir, che è sostenuta da una lunga lista di studi scientifici, recensioni e studi di efficacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.