Sales Tax

Che cosa è Sales Tax?

L’imposta sulle vendite è una somma di denaro, calcolata in percentuale, che viene aggiunta al costo di un prodotto o servizio quando acquistato da un consumatore in un punto vendita. Quarantacinque stati hanno tassi di imposta sulle vendite statali che vanno da 1,76% (Alaska) a 9,45% (Tennessee). Oltre a queste imposte sulle vendite statali, ci sono 38 stati che hanno un’imposta sulle vendite locale che viene aggiunta all’imposta sulle vendite statali. I consumatori pagano quindi l’aliquota fiscale combinata statale e locale ogni volta che effettuano un acquisto.

Le imprese sono responsabili per la raccolta e il monitoraggio delle imposte sulle vendite da parte dei consumatori e poi rimetterlo al loro stato, mensile o trimestrale.

Membri, Senza Imposte di Vendita

Cinque stati non carica dello stato l’imposta sulle vendite per gli acquisti:

  • Alaska (ma i comuni sono autorizzati ad addebitare la tassa di vendita)
  • Delaware
  • New Hampshire
  • Montana (ma i comuni sono autorizzati ad addebitare la tassa di vendita)
  • Oregon

imprese di vendita al Dettaglio di questi stati non è necessario per raccogliere l’imposta sulle vendite di stato. Le imprese in tutti gli altri stati fanno, però.

Riscossione dell’imposta sulle vendite

Al fine di riscuotere l’imposta sulle vendite dai clienti, le aziende devono prima richiedere un permesso di imposta sulle vendite dal dipartimento delle imposte del loro stato. Alcuni stati forniscono permessi senza alcun costo, mentre altri fanno pagare una tassa. Un elenco di contatti di stato è fornito qui.

Rimettendo i soldi delle imposte raccolte

Le aziende raccolgono l’imposta sulle vendite con ogni acquisto e quindi trasferiscono quei soldi al loro stato su base mensile o trimestrale. Non riuscendo a rimettere i pagamenti delle imposte sulle vendite in modo tempestivo può comportare sanzioni di grandi dimensioni.

Che cosa è tassato?

I prodotti e i servizi soggetti all’imposta sulle vendite variano a seconda dello stato. In molti stati, generi alimentari e prescrizioni sono esenti dall’imposta sulle vendite. In alcuni, anche l’abbigliamento è esente. Altri tipi di beni che non sono soggetti all’imposta sulle vendite includono:

  • Articoli acquistati per la rivendita ai consumatori. L’ipotesi è che i consumatori al dettaglio pagheranno l’imposta sulle vendite una volta che gli articoli sono venduti.
  • Articoli acquistati come materie prime. I prodotti acquistati che saranno utilizzati come componenti di un prodotto fatto a mano o fabbricato non sono soggetti all’imposta sulle vendite.
  • Articoli acquistati da un’organizzazione no-profit. Le organizzazioni senza scopo di lucro non pagano l’imposta sulle vendite.

L’imposta sulle vendite è un costo aggiuntivo che il consumatore sopporta, ma che le imprese sono responsabili della raccolta e della trasmissione all’autorità fiscale del loro stato su base regolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.