Si può ottenere Omega-3 da tonno in scatola? È una lattina un giorno male per voi?

Sì, il tonno in scatola può essere una buona fonte di grassi omega-3, ma la quantità di omega-3 contenuta nella lattina di tonno che acquisti può variare considerevolmente. Ecco cosa devi sapere per scegliere la lattina con il maggior numero di omega-3.

Varietà di tonno in scatola

Prima di tutto, vengono inscatolate diverse varietà di tonno. Il tonno skipjack, Bluefin e Yellowfin (chiamato Ahi nelle Hawaii) sono in scatola e venduti come “carne leggera”, mentre l’albacore (chiamato anche tonno Longfin , Tombo Ahi e Ahi Palanacan) è l’unico tonno che può essere etichettato come “carne bianca”premium.

YouTube Poster

Il contenuto di tonno in scatola

Nutrizionalmente, questi diversi tipi di tonno sono abbastanza simili—ad eccezione del loro contenuto di grassi, che può variare fino a 2 grammi per oncia a seconda della stagione e della temperatura dell’acqua in cui è stato catturato il pesce.

Anche se acquisti lo stesso tipo di tonno ogni volta, assicurati di controllare l’etichetta nutrizionale sulla lattina che stai considerando di acquistare—le informazioni presentate qui devono dirti quali nutrienti può contenere il pesce confezionato in questo.

Come ottenere il maggior numero di sostanze nutritive dal tonno in scatola?

Scegli il tonno confezionato in acqua piuttosto che in olio per ottenere il maggior numero di grassi omega 3 dal tuo tonno in scatola. L’olio si mescola con alcuni dei grassi naturali del tonno, quindi alcuni dei suoi acidi grassi omega-3 scendono anche nel lavandino quando si scarica il tonno confezionato con olio. Il tonno confezionato con acqua non perde nessuno dei suoi preziosi omega-3 poiché olio e acqua non si mescolano.

In scatola in acqua e drenato, 6 once di tonno carne leggera in genere forniscono un po ‘ meno di .5 grammo di acidi grassi omega-3, mentre il tonno leggero in scatola in olio e drenato fornisce un po ‘ più di .3 grammi di omega 3.

Un saggio ha scoperto che 100 grammi (circa 3 ½ once ) di tonno leggero in scatola in acqua e drenato contenevano 0,272 grammi di acidi grassi omega-3, derivati da EPA (0,047 g), DHA (0,223 g) e ALA (0,002 g). Il tonno in scatola sott’olio e sgocciolato conteneva quasi un terzo in meno di omega 3: 100 grammi di tonno carne leggera in scatola in olio e drenato fornito 0,202 grammi di acidi grassi omega-3 in forma di EPA (0,027 g), DHA (0,101 g), e ALA (0,074 g).

I marchi speciali di tonno bianco del Pacifico in scatola Premium o “Gourmet” possono essere la scelta migliore per gli oli omega-3 tra tutti i tipi di tonno in scatola. Questi più piccoli, spesso a conduzione familiare pesca del tonno cattura il loro tonno nelle fredde acque del Pacifico da gancio e lenza traina.

Non appena un pesce viene agganciato, viene portato a bordo e fresco-congelato. Le grandi attività di pesca commerciale in genere catturano il loro tonno nelle acque più calde dell’Atlantico utilizzando “lunghe code” che giacevano in profondità nell’acqua e vengono raccolte solo ogni 24 ore.

Come viene lavorato il tonno?

Anche il modo in cui viene lavorato il tonno è diverso. Le conserverie commerciali più grandi, come Starkist®, cucinano il pesce due volte. In primo luogo, cuociono il pesce intero su un rack, il che si traduce in una perdita di oli benefici naturali. Quindi il pesce viene disossato e messo nella lattina, insieme ad aromi come brodo vegetale e additivi come pirofosfato o caseina idrolizzata. Le lattine sono sigillate e il pesce viene cotto di nuovo.

Questo processo consente alle aziende di disossare i filetti di pesce più velocemente e produce un volume di prodotto più elevato. I prodotti speciali sono tipicamente confezionati nella lattina cruda e cucinati solo una volta, quindi tutti i loro succhi e grassi naturali rimangono nel prodotto finito. Le marche di specialità testate sono state trovate per contenere fino a 2,97 grammi di grassi omega-3 in un grammo 100 (3,5 once) che serve. Inoltre, hanno anche una grande quantità di vitamina D!

Una lattina di tonno ogni giorno è cattiva?

Il tonno è una delle fonti proteiche più convenienti esistenti, quindi può facilmente diventare il pranzo di un ragazzo.

Ma è sicuro mangiarlo ogni giorno?

La risposta breve: Probabilmente.

Tuttavia, troppo e si potrebbe finire con avvelenamento da mercurio, che può causare sintomi strani come sensazioni di formicolio e perdita di equilibrio.

“Sarebbe probabilmente sicuro per molti uomini mangiare tonno ogni giorno, mentre alcuni uomini potrebbero sperimentare sintomi di tossicità da mercurio mangiando la stessa quantità”,

– La portavoce della Food and Drug Administration Lauren Sucher.

Devi bilanciare i benefici del mangiare pesce con il rischio di mercurio tenendo conto del tuo peso, della tua sensibilità al mercurio, del tipo di tonno e di quanto rischio sei disposto a correre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.