Zebù

Lo zebù è la sottospecie più comune di bestiame addomesticato nel subcontinente indiano, dove ha tradizionalmente svolto il ruolo di animale da lavoro o da equitazione.

Poiché era considerato un animale sacro nell’induismo, lo zebù non è una fonte significativa di carne e, sebbene possa fornire molto latte, lo zebù non è nemmeno il bestiame da latte più efficiente. Circa 70 razze di zebù sono attualmente riconosciute, molte delle quali create da incroci con le altre sottospecie di bovini addomesticati, la taurina. Questa unione unica ha prodotto molte nuove razze che si adattano a una varietà di climi e circostanze diverse.

5 Incredibili fatti Zebù!

  • Lo zebù è un animale che si è evoluto da una specie selvatica ormai estinta di bovini chiamati au. Si stima che siano apparsi per la prima volta più di 8.000 anni fa da qualche parte nell’Asia meridionale. Lo zebù poi si diffuse lentamente e raggiunse l’Egitto circa 4.000 anni fa. Lo zebù è stato in realtà il primo tipo di bestiame addomesticato a sorgere. Un lignaggio separato in seguito si interruppe e diede origine a tutti gli altri bovini addomesticati, la taurina.
  • Le razze popolari includono il gyr (o gir), il kankrej e il Brahman americano.
  • Lo zebù fu introdotto per la prima volta nelle Americhe nel 19 ° secolo. È stato incrociato con numerosi altri bovini taurini, tra cui il Charolais (che ha portato al Charbray) e l’Angus (che ha prodotto il Brangus). Quando raggiunse le coste del Sud America, gli allevatori crearono l’ormai popolare zebù indo-brasiliano. Il tasso di riproduzione è limitato solo dalla capacità umana di crearli.
  • Lo zebù a volte va anche sotto il nome di bovini gobbi o bovini indicine. Indicine è forse una forma alternativa del nome della sottospecie indicus.
  • Lo zebù è un animale che ha ispirato l’arte e la cultura umana per molte migliaia di anni. È apparso su monete, architettura e statue.

Zebù Nome scientifico

Il nome scientifico dello zebù è Bos taurus indicus. Bos è il nome del genere (che comprende sia bovini selvatici che addomesticati) e deriva semplicemente dalla parola latina per bue o bestiame. Il nome della specie toro (che in realtà significa solo toro in latino) include ogni tipo di bestiame addomesticato sul pianeta. Tradizionalmente, questo nome si riferisce anche al segno astrologico simile a un toro e alla figura mitologica greca. Indicus, il termine greco per l’India, si riferisce solo alla sottospecie di zebù. L’animale è considerato abbastanza diverso dalle altre sottospecie di bestiame (che si chiama Bos taurus taurus) da giustificare una designazione di sottospecie separata.

Come tutti i bovini domestici, lo zebù è strettamente imparentato con bisonti, bufali, pecore, capre e antilopi della famiglia dei Bovidae. Tutti i membri di questa famiglia appartengono all’ordine degli Artiodactyla, o degli ungulati dalle dita pari. L’unica caratteristica fisica che unisce tutti i membri di questo ordine è la presenza di zoccoli sui piedi che possono sopportare il peso ugualmente su due dita; da qui il nome. Molti (ma non tutti) ungulati sono ruminanti che digeriscono le piante fermentandole nello stomaco multicamera.

Aspetto dello zebù

Rispetto al bestiame taurino standard con cui la maggior parte delle persone ha familiarità, lo zebù ha molte differenze fisiche che attestano la sua origine separata. È caratterizzato dalle spalle gobbe prominenti, dalle orecchie cadenti, dalla pelle flaccida (chiamata rugiada) intorno al collo e dalle corna che si curvano verso l’alto e la schiena. Il grigio è il colore dominante lungo la metà superiore del corpo e gli zoccoli (diventando nero vicino alle spalle), mentre il bianco domina intorno al ventre e alle gambe. Altri colori comuni includono marrone o rosso, a volte si verificano in un modello maculato.

La razza più grande è la Sibi bhagnari, che misura una massiccia 84 pollici di lunghezza e fino a 3.500 libbre di peso. Tuttavia, in generale, la tipica razza zebù è inferiore a 1.000 sterline. Lo zebù in miniatura (che è in realtà una razza naturale, non creata dagli esseri umani) è la più piccola razza di zebù di tutti, che pesa non più di 400 o 500 libbre.

Lo zebù presenta alti livelli di dimorfismo sessuale (che significa grandi differenze tra i sessi). Uno zebù maschio sessualmente maturo è quasi sempre chiamato toro. Una femmina adulta, tuttavia, è conosciuta solo come mucca dopo aver dato alla luce il primo vitello. Fino ad allora, è conosciuto come una giovenca. I maschi tendono ad essere più grandi delle femmine in media, ma entrambi i sessi crescono corna per tutta la vita.

Come tutti gli altri bovini, lo zebù è specializzato per un piacevole stile di vita al pascolo in cui mastica e digerisce materia vegetale dura che si rivelerebbe troppo difficile per la maggior parte delle altre specie. Questo processo inizia quando lo zebù macina l’erba con un movimento circolare con i suoi denti inferiori specializzati. Una volta ingerita, la materia vegetale passa attraverso la prima parte dello stomaco a quattro camere, il rumine, dove viene mescolata con i batteri per scomporla. A vari intervalli la materia vegetale viene rigurgitata e masticata come una sostanza chiamata cud. Nelle camere finali, le proteine specializzate si rompono e assorbono i nutrienti nel flusso sanguigno. Si può prendere bestiame circa 70 a 100 ore solo per elaborare il cibo. Questo è tra i tassi più lenti di qualsiasi animale conosciuto.

Mandria di zebù bovini
Mandria di zebù bovini

Zebù Comportamento

Lo zebù è una specie sociale che riunisce in grandi mandrie per l’intero anno. I gruppi selvatici sono guidati da un singolo toro e contengono sia le femmine che la loro prole. La mandria ha un’organizzazione gerarchica, e ogni membro della mandria deve cedere a quello sopra di esso o affrontare rappresaglie e attacchi. Queste gerarchie sono di solito basate su fattori quali età, sesso e dominanza, e i vitelli sono in genere nati con lo stesso stato di gruppo della madre. La gerarchia è di solito abbastanza stabile, il che serve a minimizzare i conflitti, ma i maschi dominanti possono perdere il loro status quando vengono detronizzati da un altro maschio.

I bovini comunicano tra loro attraverso il tatto, il suono, i segnali visivi e i segnali chimici. In combinazione con la loro eccellente cognizione, i bovini possono facilmente identificare altri membri della mandria e formare legami particolarmente forti con le loro madri. Per spiare i predatori in arrivo, lo zebù ha gli occhi sul lato della testa con pupille orizzontali per catturare un enorme campo visivo tutto intorno.

Gli zebù sono ben adattati per la sopravvivenza nei climi più caldi e secchi dell’India (e hanno anche un’alta tolleranza per siccità e carestie) grazie a due adattamenti specifici. In primo luogo, zebus contengono più ghiandole sudoripare sul loro corpo rispetto a qualsiasi altro tipo di bestiame. In secondo luogo, proprio come i cammelli, la gobba dello zebù funge da comoda unità di stoccaggio per i nutrienti a cui è possibile accedere quando il cibo scarseggia. Zebus sono anche molto resistenti a virus, malattie e parassiti. Questo li rende il tipo preferito di bestiame in molte regioni meridionali o tropicali del mondo.

Zebu Habitat

Lo zebù è stato originariamente addomesticato in Asia meridionale e divenne la forma dominante di bestiame addomesticato in India. Da lì si diffuse attraverso la maggior parte del sud globale, compreso il Medio Oriente, l’Africa, il Sud America e parti dell’Europa e del Nord America, dove la gente lo attraversò con il bestiame locale per creare razze uniche. Gli zebù preferiscono le praterie aperte e le pianure dove il cibo è più abbondante.

Dieta Zebù

La dieta dello zebù consiste interamente di erbe, trifogli, steli, fiori e altro materiale vegetale. Al fine di sostenere se stesso, lo zebù può consumare circa 150 chili di vegetazione al giorno (a seconda del peso della razza). Sfiora fino a otto ore e passa il resto del suo tempo a riposare e masticare cud.

Zebù Predatori e minacce

A causa delle sue dimensioni e dello stile di vita basato sulla mandria, lo zebù non ha predatori naturali ad eccezione del lupo, del leone, dell’orso e di pochi altri carnivori. Questi predatori preferiscono quasi sempre attaccare uno zebù giovane, vecchio, malato o isolato piuttosto che un adulto adulto che ha la protezione della mandria. Se minacciato direttamente, lo zebù può scappare a velocità fino a 25 mph o stare in piedi e combattere con le sue corna. I bovini addomesticati sono ovviamente macellati in gran numero dagli esseri umani, ma poiché così tanti vengono allevati ogni anno, sono una delle specie di mammiferi più diffuse al mondo.

Riproduzione, bambini e durata della vita dello zebù

A causa dell’organizzazione gerarchica dello zebù, il maschio dominante della mandria conserva diritti di riproduzione esclusivi per tutte le femmine e ha la capacità di riprodursi tutto l’anno invece di una stagione specifica. Una volta impregnata dal toro dominante, la femmina porta un solo vitello per circa nove mesi alla volta. A causa delle sfide presenti dal processo di nascita, raramente produce gemelli.

Sebbene sia in grado di stare in piedi e camminare alla nascita, il vitello è comunque fortemente dipendente dalla madre, con la quale condivide un legame molto stretto. La mucca allatta il vitello per i primi sei mesi di vita, mentre l’intera mandria svolge un ruolo critico nella sua protezione e formazione fino a quando il vitello raggiunge la sua indipendenza. Lo zebù raggiunge la maturità sessuale tra uno e due anni, e l’aspettativa di vita tipica è di circa 20 anni, circa la stessa lunghezza degli altri bovini.

Popolazione zebù

Si stima che ci siano più di 200 milioni di zebù che vivono attualmente sul pianeta. La maggior parte di queste razze di zebù risiede ancora in India, ma ce ne sono altri milioni sparsi nel resto del mondo, in particolare in Africa e nel sud-est asiatico. Alcune razze sono considerate più preziose o desiderabili di altre, quindi il numero della popolazione può variare un po ‘ per razza.

Zebus nello Zoo

Lo zebù in miniatura è una mostra molto popolare in tutti gli Stati Uniti a causa del suo temperamento accessibile e docile. Per le persone della zona, si può trovare presso la sezione per bambini dello Zoo di Saint Louis e la sezione barnyard dello Zoo New England. È anche una mostra importante al Sunset Zoo di Manhattan, Kansas, lo Zoo di Hattiesburg nel Mississippi, lo zoo inquietante in Pennsylvania, lo zoo della Virginia a Norfolk, l’Happy Hollow Park and Zoo di San Jose e il Greater Vancouver Zoo in Canada. Oltre allo zebù in miniatura, lo zoo di Peoria in Illinois mantiene una delle razze di zebù più grandi nella sezione contact barn.

Visualizza tutti i 5 animali che iniziano con Z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.